PATOLOGIE UROLOGICHE

PROSTATA

- Ipertrofia Prostatica Benigna
- Tumore Prostatico

VESCICA
- Tumore Superficiale
- Tumore infiltrante

RENI
- Calcolosi
- Cisti renale
- Malattia del Giunto Pieloureterale
- Tumore del Parenchima Renale
-
 Tumore della Via Escretrice

UROGINECOLOGIA E UROLOGIA FUNZIONALE
- Incontinenza Urinaria Femminile
- Incontinenza Urinaria Maschile
- Vescica Neurologica

APPARATO GENITALE MASCHILE
- Condilomi Del Pene
- Fimosi
- Idrocele
- Tumore del testicolo
- Torsione del Testicolo
- Uretrite
- Varicocele

APPARATO GENITALE FEMMINILE
- Cistite
- Caruncola Uretrale


I disordini/malattie che possono essere trattati dagli urologi includono quelli che comprendono:

  • RENI: organi a forma di grosso fagiolo deputati alla filtrazione del sangue e produzione delle urine, le malattie più frequenti di questi organi sono i calcoli, tumori, malattie congenite, infezioni renali (pielonefriti), cisti (malattia per lo più benigna caratterizzata da raccolte di liquido di dimensioni più o meno importanti)

  • URETERI: tubi che collegano i reni alla vescica, le malattie più frequenti di questi organi sono i calcoli, tumori, stenosi (chiusura parziale o totale dello spazio interno all'uretere)

  • VESCICA: organo singolo deputato alla raccolta delle urine, le malattie più frequenti di questo organo sono le cistiti (batteriche, interstiziali e reattive), i calcoli, i diverticoli (ernie della vescica), tumori, incapacità di svuotamento (vescica neurologica), prolasso (solo nella donna ovvero la discesa della vescica in vagina), instabilità detrusoriale (contrazioni forti e frequenti della vescica percepite come forte desiderio o stimolo ad urinare

  • URETRA: tubo che collega la vescica verso l'esterno, nel maschio passa attraverso la prostata, nella donna è più corto ed è una delle principali cause di incontinenza da sforzo, nell'uomo la malattia che più frequentemente coinvolge questo organo sono le stenosi ovvero chiusure più o meno importanti lungo il suo decorso, talvolta l'uretra può essere infettata dando luogo alle uretriti.

  • PROSTATA: organo mediano prettamente maschile che è collocato sotto la vescica e che viene attraversato dall'uretra, le malattie più frequenti di questo organo sono l'ingrossamento benigno (iperplasia prostatica benigna o IPB), l'infezione/infiammazione (prostatite) ed il tumore (carcinoma prostatico)

  • EPIDIDIMI: tubi che collegano i testicoli alla prostata, possono essere interessati da infezioni, dilatazione delle vene (varicocele), cisti (malattia per lo più benigna caratterizzata da raccolte di liquido di dimensioni più o meno importanti), stenosi e raramente da tumori

  • TESTICOLI: organi gemelli (da questo il nome di origine greca didimo) a forma di uovo schiacciato deputati alla produzione e crescita degli spermatozoi, le malattie più frequenti di questi organi sono le infezioni (orchiti), la torsione (evento drammatico che colpisce gli uomini prevalentemente prima dei 30 anni), l'idrocele (raccolta di liquido intorno al testicolo) ed il tumore

  • PENE: organo mediano costituito da un'asta (a sua volta che contiene i corpi cavernosi necessari all'erezione e il corpo spongioso al cui interno passa l'uretra) e dal glande che viene ricoperto dalla pelle che si chiama prepuzio, le malattie che colpiscono più frequentemente questo organo sono l'incurvamento (congenito o derivante da formazione di placche palpabili sotto la pelle), i condilomi, la fimosi (chiusura del prepuzio che non permette in maniera completa o parziale la fuoriuscita del glande) che può essere congenita nei pazienti giovani o legata ad altre malattie quali il diabete o il lichen nei pazienti adulti, parafimosi (evento doloroso in cui il prepuzio non si riesce a retrarre nella normale posizione di copertura del glande), lacerazione del frenulo (evento doloroso che consiste nella lacerazione di quella parte di pelle che collega la parte interna del prepuzio al glande), il tumore

​Gli Urologi seguono la formazione specialistica dopo aver conseguito la laurea in medicina con 6 anni di studio, la specializzazione, che dura 5 anni, consiste nello studio, nella pratica chirurgica e nell'attività di degenza e di ambulatorio presso una urologia universitaria o ospedaliera convenzionata.


Ci sono parecchi campi specialistici che possono essere intrapresi o approfonditi dopo la specializzazione di urologia. Alcuni di questi includono:

Endourologica

L'Endourologia si occupa della chirurgia dell'apparato urinario per vie naturali. Le Procedure chirurgiche sono effettuate facendo uso di endoscopi ovvero strumenti appositamente progettati per essere inseriti nell'apparato urinario per espletare la chirurgia della prostata, la chirurgia vescicale, il trattamento della calcolosi vescicale, ureterale e renale.

Oncologia Urologica

Si occupa di tutti i tumori urologici ovvero quelli che interessano il rene, la prostata, la vescica, gli ureteri, i testicoli ed il pene. Il trattamento può essere chirurgico open (ovvero con taglio sulla pelle), laparoscopico (ovvero introducendo attraverso dei buchi delle telecamere e degli strumenti chirurgici) o robot assistito (ovvero utilizzando lo stesso metodo della laparoscopia ma stando seduti dentro una specie di computer che ne favorisce i movimenti e la visuale). Gli ulteriori trattamenti dei tumori prevedono le chemioterapie, le radioterapie fino all'osservazione del paziente in casi selezionati.

Uroginecologia

Si occupa della diagnosi, gestione e trattamento delle malattie che interessano l'apparato urinario femminile ovvero le cistiti, i prolassi della vescica (discesa della parete vescicale nella vagina), la caruncola uretrale (prolasso del tessuto dell'uretra), l'incontinenza urinaria da sforzo e da urgenza, le cisti parauretrali. Il trattamento varia a seconda della patologia andando dalla riabilitazione del pavimento pelvico fino alla chirurgia con benderelle e reti.

Neurourologia

Si interessa della gestione di tutte quelle malattie derivanti dal malfunzionamenti sistema nervoso che incide sull'apparato urogenitale rendendo la minzione anormale. Le circostanze neurologiche più comuni che possono portare a queste circostanze comprendono la Malattia di Parkinson, di sclerosi a placche, e del midollo spinale oltre a ictus e patologie cerebrali.

​Andrologia

L'Andrologia si occupa dei disordini del sistema riproduttivo maschile quali la disfunzione erettile, i disordini dell'eiaculazione, la sterilità.